Corsi Pre-Accademici
Orff-Schulwerk Forum

Roma febbraio – aprile 2018
Terzo anno del corso di formazione nazionale sulla didattica della coralità
per direttori di coro, docenti di educazione musicale, operatori musicali, allievi dei corsi di didattica dei conservatori
direzione Maria Grazia Bellia

in collaborazione con l'OSI Orff-Schulwerk Italiano
 

PREMESSA
La formazione del Coroscenico si rivolge a quanti - direttori di coro, allievi della scuola di didattica della musica, operatori musicali, docenti di educazione musicale, insegnanti di scuola primaria - desiderano formarsi nell’ambito della didattica della coralità. Il corso fornisce modelli e proposte operative per progettare azioni scenico-corali in collaborazione con gli allievi.
Attraverso un lavoro di ricerca e cooperazione i coristi vengono incoraggiati a interrogare lo spartito per trovarne il senso musicale e dare significato al testo a partire delle intenzioni, base di partenza per una naturale emissione vocale espressiva.
Gli elementi che caratterizzano la metodologia di Coroscenico sono:
a) l’esecuzione vocale in movimento all’interno di uno spazio scenico;
b) un uso particolare e libero della partitura, oggetto di un libero intervento di rielaborazione svolto collettivamente affinché possano essere individuati al suo interno ruoli e compiti differenziati, ritagliati sulle diverse competenze e abilità individuali;
c) lo spazio scenico, l’ampio spazio lasciato al lavoro dei bambini in autonomia, attraverso la suddivisione in gruppi all’interno dei quali essi possano sperimentare forme di apprendimento cooperativo.

 

Il coro dalla parte dei coristi
L’attività corale nella scuola non può prescindere dalla motivazione degli allievi al canto. Il Coroscenico mette al centro dell’esperienza corale gli allievi e propone strategie didattiche basate sulla ricerca finalizzate alla costruzione di eventi scenico-corali.
La pratica del coro in movimento favorisce la circolazione delle idee, la collaborazione e i processi d’invenzione al fine di costruire

INTRODUZIONE
Nel panorama nazionale di formazione sulla pratica della coralità, Coroscenico si propone riflessioni metodologiche e strategie didattiche nel tentativo di contribuire a dare risposte alle più sentite problematiche della pratica corale scolastica.
Quali sono le competenze che un direttore deve possedere per facilitare l’attività corale nella scuola?
Come affrontare il repertorio perché questo possa essere accessibile a tutti?
Se gli stonati sono coloro che momentaneamente non sono in grado di affrontare le difficoltà presenti nel più diffuso repertorio corale per bambini e ragazzi, come può un direttore rendere accessibile e gratificante a tutti l’esperienza del canto corale senza operare la selezione della specie canora?
E, in questo senso, sono sufficienti, al direttore, le competenze tecniche relative al gesto e al corretto uso della voce?

Il corso si pone come obiettivo quello di affrontare questi problemi mettendosi dalla parte dei coristi. L’attività corale nella scuola non può prescindere dalla motivazione degli allievi al canto. Ed è proprio allo scopo di motivare efficacemente i coristi che Coroscenico li mette al centro dell’esperienza corale e propone strategie didattiche basate sulla ricerca, finalizzando il lavoro alla costruzione di eventi scenico-corali che prevede l’azione e quindi il movimento. La pratica del coro in movimento favorisce infatti la circolazione delle idee, la collaborazione e i processi d’invenzione. Il movimento restituisce naturalezza al gesto vocale e attiva, al tempo stesso, spontanee azioni di drammatizzazione. Cantare una vicenda o una situazione mentre ci si muove, intonare una melodia “nei panni” del personaggio conduce il coro verso un’interpretazione teatrale della partitura. Il direttore, quindi, non è solo colui che istruisce e i coristi non sono solo coloro che apprendono; tra di loro si attiva un nuovo processo basato sulla cooperazione che coinvolge tutti, ciascuno con le proprie conoscenze e competenze, in un lavoro progettuale attorno alla partitura, che diventa al tempo stesso copione e canovaccio.
Coroscenico propone, quindi, la diffusione del coro che agisce muovendosi all’interno di uno spazio scenico; un coro in cui i coristi discutono e cooperano alla costruzione di un’esecuzione personale del repertorio. Una pratica di coro inclusivo che crede nell’apprendimento cooperativo come processo di crescita umana e musicale. Nelle proposte didattiche del Coroscenico la lezione di coro prende forma di laboratorio di ricerca musicale. .

Il corso promuove una nuova figura di direttore che:
- facilita il processo di apprendimento
- attiva il processo di ricerca
- incoraggia gli allievi a interpretare la partitura e a fare ipotesi per l’esecuzione
- offre un buon esempio vocale
- si sa muovere nello spazio
- conosce elementi di teatro
- compone per la scena assieme agli allievi

A tal fine, durante il corso, i partecipanti lavoreranno sul proprio corpo esplorando gli ambiti della recitazione, dell’uso dello spazio scenico, dell’improvvisazione vocale e motoria e della composizione, al fine di acquisire le competenze di base per attivare esperienze di Coroscenico.

  
Avviso per gli insegnanti delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado
Citazione
Download video
SEGUICI SU
Facebook
Twitter
You Tube
NEWSLETTER
Iscrizione
[ home - segreteria - a chi rivolgersi - corsi - orff-schulwerk - musica in culla® - didattica pianistica - insegnanti - coro - download - annunci - collabora con noi - pentagramma ]
   © Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia - Via Donna Olimpia 30 - 00152 Roma - Italy - Tel.+39 06.58202369 - CCIA n°RM-1258249
graph: www.CLwebdesign.it